2019

Non hai il permesso di visualizzare questo contenuto.

Maceria, avanti tutta !

Nel campo macerie di Codogno (LO) in data 8 dicembre si sono tenute le prove IPO R T V per cani da ricerca e soccorso su macerie. Oltre a binomi provenienti da varie parti del Nord Italia, hanno partecipato anche due unità cinofile di OROBIE SOCCORSO – Distaccamento di Mozzo: Eleonora con Artù (pastore bergamasco di 18 mesi che a gennaio sosterrà la prova operativa per la ricerca in superficie) e Gilberto con Laika (golden retriever di poco più di 2 anni, già operativa in superficie). Per loro questo è il primo passo per poter partecipare alle prove di brevetto operativo ENCI su macerie. La prova di ricerca, che si è svolta nella mattinata, era molto tecnica ma i nostri binomi si sono mossi agilmente sulle macerie del cascinale diroccato e hanno superato la prova di ricerca. Nel pomeriggio si sono svolte le prove di obbedienza e destrezza, che purtroppo hanno fermato Gilberto e Laika a causa di qualche incertezza su alcuni ostacoli. E’ andata meglio per Eleonora e Artù che, pur con qualche sbavatura, hanno ottenuto un buon risultato e potranno così accedere agli esami operativi previsti per il 25 aprile 2020. Eleonora è l’istruttore di obbedienza al campo CA’ DEL LUPO di OROBIE SOCCORSO -distaccamento di Mozzo- , nonché istruttore FISC di agility e rally-obedience. Già operativa in ricerca in superficie con Mila, una meticcia di 11 anni, sta lavorando con Artù per diventare operativa in superficie ed in macerie.

Previsioni meteo Sett. 50/19

Buongiorno, vivremo da oggi e sino venerdì, 72 ore di clima invernale, con il ritorno della pioggia e della neve, in 2 distinti passaggi perturbati, il primo tra questa notte e giovedì mattina, con debole o a tratti moderata, neve, mediamente sopra i 300/400 mt, possibile anche a quote più basse, in pianura a tratti mista o solo pioggia, clima freddo….. Venerdì mattina arriva la seconda perturbazione con nuove deboli o a tratti moderate nevicate, sempre intorno ai 300/400mt, ma in questa occasione sarà più facile vedere scendere la neve in un primo momento, anche sulla pianura, altra giornata fredda, in allegato le cartine…. Fine settimana con temperature in aumento con variabilità, ma asciutto, mentre settimana prossima avremo alternanza di giornate soleggiate ad altre con cieli nuvolosi e piogge sparse, in un contesto di temperature autunnali più che invernali, con neve solo sulle Alpi a quote elevate, per il tempo del Santo Natale è ancora presto, lo valuteremo più avanti.

Un piano straordinario di ricerca delle persone scomparse

Sono ancora tanti i casi irrisolti di persone scomparse, in provincia di Bergamo. Proprio a questo tema è stata dedicata la riunione che si è svolta nella mattinata odierna in Prefettura. L’incontro nel quadro delle iniziative avviate dal Commissario Straordinario del Governo per le persone scomparse, che ha istituto il 12 dicembre quale “giornata dedicata agli scomparsi” in ricordo di una donna, madre di due bambini, di cui si sono perse le tracce da oltre venti anni.  È stata effettuata una ricognizione aggiornata dei casi ancora irrisolti in Bergamasca. Alla riunione, presieduta dal prefetto Elisabetta Margiacchi, hanno partecipato il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Bergamo, il questore, il comandante provinciale dei Carabinieri, un rappresentante del comando provinciale della Guardia di Finanza, il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco, il segretario generale della Diocesi nonché referenti della Provincia di Bergamo, della Croce Rossa Italiana, del Soccorso Alpino, dell’associazione Nucleo sommozzatori volontari di Treviglio, dell’associazione di Protezione civile Orobie Soccorso e dell’Associazione nazionale alpini.  Immagini di repertorio Durante la riunione è stato deciso l’avvio, nella giornata di giovedì 12 dicembre, di un piano straordinario di ricerca, che vedrà il coinvolgimento di personale delle Forze di Polizia e dei Vigili del Fuoco nonché dei volontari di protezione civile. Un ruolo rilevante, anche in termini di contributo informativo, sarà svolto dalle Parrocchie chiamate ad assicurare vicinanza e solidarietà ai familiari degli scomparsi. «L’occasione – fa sapere la Prefettura – è stata inoltre preziosa non soltanto per fare un punto di situazione, ma anche per concentrare l’attenzione di tutte le componenti del complesso sistema di ricerca delle persone scomparse sui soggetti vulnerabili, quali quelli affetti da patologie neurodegenerative come l’Alzheimer o le demenze senili, prendendo in considerazione la stipula di un apposito “protocollo operativo” con l’Agenzia di tutela della salute (Ats)».  Immagini di repertorio L’incontro ha portato ad analizzare anche il fenomeno dell’allontanamento volontario dei minori di età dalle comunità affidatarie, che incide in modo rilevante sull’entità numerica degli scomparsi in provincia. È stata, inoltre, evidenziata la necessità che gli escursionisti e tutti coloro che frequentano abitualmente le località montane (cercatori di funghi, ecc.) adottino adeguate prassi comportamentali, evitando situazioni di rischio e di solitario allontanamento in zone impervie.  Il prefetto, in linea con le indicazioni fornite dal Commissario straordinario del Governo per le persone scomparse, ha invitato i Sindaci ad illuminare di colore verde, simbolo di speranza, i municipi e altri luoghi che caratterizzano la vita cittadina nella giornata del 12 dicembre, al fine di sensibilizzare l’intera collettività sulla delicata problematica e compiere un gesto simbolico di vicinanza alle famiglie degli scomparsi.

Office 365 Nonprofit

Microsoft rende disponibile Office 365 alle associazioni Non Profit in 41 Paesi del mondo. L’obiettivo è quello di supportare le associazioni di volontariato con tecnologie attuali e adatte a svariati scenari in cui tali organizzazioni si trovano ad operare. “Microsoft vuole supportare tutte le organizzazioni Non Profit ad utilizzare la tecnologia più avanzata per essere in grado di aiutare ancora più persone e offrire un servizio più ampio alle persone più deboli. Il nostro primo obiettivo è quello di raggiungere 200 organizzazioni Non Profit  entro giugno, così che possano fungere  da stimolo e modello nei confronti degli altri  – commenta Roberta Cocco, Direttore Corporate Social Responsibility and National Development di Microsoft. Nel proprio annuncio Microsoft indica che nel nostro Paese esiste una fitta rete di enti Non Profit con un’esperienza consolidata anche nella gestione di grandi emergenze internazionali. In queste realtà la componente volontaria è elevata e la dotazione di mezzi economici è chiaramente ridotta, quindi questi soggetti rappresentano un interessante target. La proposta di Microsoft rappresenta un’opportunità in più per queste realtà che, seppur con i limiti dovuti ad altre componenti logistiche, potranno contare su alcuni elementi cardine del cloud che sono: facilità di amministrazione, flessibilità operativa, facilità di collaborazione e condivisione, oltre a una più semplice gestione della sicurezza dei dati. Orobie Soccorso fa parte di queste associazioni, ti interessa avere una tua mail con dominio (n.cognome@orobiesoccorso), con acceso a un cloud online e molte altre funzionalità messe a disposizione da Microsoft?? Faccelo Sapere mandando una mail a segreteria@orobiesoccorso.com

Facebook Demo – Customizer

[efb_feed fanpage_id=”106704037405386″ show_like_box=”1″ post_limit=”10″ cache_unit=”5″ cache_duration=”days” skin_id=7170 ] This is a Facebook demo page created by plugin automatically. Please do not delete to make the plugin work properly.

Esercitazione Antincendio Comununità montana

La mattina di domenica 1 dicembre si è svolta a Tavernola Bergamasca la 10^ edizione dell’esercitazione per Volontari Antincendio Boschivo di I livello che operano sul territorio della Comunità Montana dei Laghi Bergamaschi. Oltre alle 2 Squadre AIB Val Cavallina di Orobie Soccorso, intervenuta con 12 operatori tra DOS, Capi Squadra, Volontari di II Livello, Elitrasportati e Volontari di I Livello, hanno partecipato squadre dell’ANA di Tavernola Bergamasca, il Gruppo Intercomunale della Comunità Montana dei Laghi Bergamaschi e la squadra AIB della Collina. Lo scenario ha visto la simulazione di un incendio boschivo che, per la complessità, è stato diviso dal DOS (Direttore delle Operazioni di Spegnimento) in due settori. È stato inoltre previsto uno scenario di interfaccia per il quale è stato chiamato ad intervenire il Distaccamento VVF Volontari di Lovere. L’evento ha visto la partecipazione di circa 50 Volontari che hanno dimostrato una forte collaborazione, oltre ad impegno, professionalità e capacità di rimediare alle situazioni di criticità. Davvero complimenti a tutti!