Croce del Volontario

Nella mattinata di Sabato 18 Luglio 2020, presso i Colli di San Fermo e sulla Punta del Monte Ballerino, si è ri-inaugurata la croce e ri commemorata e restaurata in memoria del volontariato che in questo periodo ha prestato servizio per affrontare questa difficile battaglia contro il Covid-19.

Presenti sul posto numerose autorita’ civili, militari e religiose, una delegazione di Orobie Soccorso ha rappresentato, a fianco della funzionaria di provincia di Bergamo, l’operato dei volontari di Protezione Civile che con la loro costante e capillare presenza territoriale hanno fronteggiato, la prima ondata di pandemia.

Per l’occasione in programma si sono poi inaugurate le 2 panchine giganti “Big Bench” inserite in un maestoso contesto naturalistico come quello del Monte Ballerino con vista sulla Valcavallina e quello dei Colli di San Fermo con vista a 180° sulla Pianura Padana.

Nubifragio San Paolo d’Argon

Nel pomeriggio di Sabato 11 Luglio 2020 la nostra associazione è stata attivata per il supporto alle squadre locali di Protezione Civile per la pulizia e il ripristino di strade e abitazioni a causa del nubifragio che ha fatto esondare dei torrenti nella comune di San Paolo d’Argon.
Intervenuti sul posto 2 Squadre con 7 operatori con moduli antincendio in collegamento con la nostra Sala Operativa che costantemente dava informazioni meteo sulle perturbazioni in transito sulla zona d’intervento.

Ciao, Modi …

Oggi ci ha lasciati Modi, un cane speciale, madre di Zoe e Shyla, due cani da soccorso.


Cara Gabri, so che in questo momento triste il dolore è grande, ma la tua Modi ti ha lasciato dei bellissimi ricordi, meravigliosi istanti che ti lasceranno un sorriso sulle labbra e una grande gioia nel cuore ogni volta che ripenserai a lei. E se lo farai spesso, manterrai vivo il suo ricordo e lei vivrà per sempre dentro di te.
Che la terra ti sia lieve Modi…

Coronavirus Aggiornamenti 23/02/2020 h.23:00

Il Presidente Attilio Fontana, di concerto con il Ministro della Salute Roberto Speranza, in relazione all’evolversi della diffusione del COVID-2019 ha firmato l’ordinanza, qui allegata, valida per tutto il territorio lombardo. L’ ordinanza è stata inviata a tutti i Prefetti delle Province lombarde per la tempestiva comunicazione ai sindaci e sarà efficace fino a un nuovo provvedimento. L’ordinanza potrà essere soggetta a modifiche in base dell’evolversi dello scenario epidemiologico.

Contattare in caso di sintomi sospetti il numero verde unico regionale 800.89.45.45

Vi confermiamo che in questo momento Operatori Specializzati di Orobie Soccorso e di alte OOVV sono impegnati presso strutture organizzate per sfronteggiare e aiutare le Istituzioni a fronteggiare questa emergenza.

Esercitazione AIB a Ranzanico

Giornata di esercitazione per la squadra AIB Val Cavallina nel pomeriggio di sabato 8 febbraio a Ranzanico. Lo scenario è stato ideato per verificare e testare la conoscenza delle procedure introdotte con il recente aggiornamento triennale del Piano AIB Regionale ed in particolar modo per quanto riguarda l’allertamento e l’attivazione delle squadre, nonché la gestione dei flussi delle comunicazioni radiofoniche e l’interfaccia della “Base Laghi” di Orobie Soccorso, a supporto di tutte le forze di Protezione Civile in caso di criticità, per ora attiva sulla ValCavallina. A supporto delle squadre AIB, ha operato personale delle specializzazioni TLC attivi, che ha simulato la Sala Operativa e Droni per il rilievo delle temperature anomale rilevate al suolo. Sullo scenario è intervenuto anche il nucleo ANA della Protezione Civile di Ranzanico, unitamente al Sindaco, per fornire il supporto logistico necessario, così come previsto dal Piano. Le comunicazioni radio sono avvenute utilizzando tre reti radio: regionale per le comunicazioni tra DOS e Capi Squadra, di Comunità Montana per le comunicazioni tra le squadre e Rete Radio Orobie Soccorso per le comunicazioni tra DOS, Sala Operativa e nucleo PC di Ranzanico. Si ringraziano l’Amministrazione di Ranzanico ed il nucleo ANA per la disponibilità ed il supporto messi in campo.

NUOVO DISTACCAMENTO DEL GRUPPO CINOFILO A MOZZO

Informo con piacere tutti che la ns Associazione si è allargato ed è pienamente operativo un nuovo Distaccamento a Mozzo (BG) con la contemporanea iscrizione di 9 nuovi volontari cinofili. Sostanzialmente è cessato di esistere il gruppo cinofilo dell’Associazione Pc Mozzo e si sono tutti iscritti in Orobie Soccorso. Grazie alla disponibilità e sensibilità del Comune di Mozzo è stato possibile avere in comodato d’uso gratuito il campo di addestramento esistente e realizzato proprio dai volontari. Ringrazio Celli Piero per la collaborazione in questo periodo di transizione nonchè tutti i nuovi volontari per aver creduto nella ns Associazione. Nei prossimi mesi si creeranno momenti di condivisione delle attività al fine di far conoscere a tutti i nuovi volontari, il nuovo campo e tutte le specialità di Orobie. Sono certo che sia stato fatto un altro passo avanti nella crescita di Orobie Soccorso. C’è ancora molto da fare ma solo credendoci si può. Marzio

PIANO ANTINCENDIO BOSCHIVO REGIONE LOMBARDIA 2020-2022

Martedi 21 gennaio presso Palazzo Lombardia di Milano, l’Assessore Pietro Foroni, con la collaborazione del personale della Direzione Generale Protezione Civile di Regione Lombardia, ha ufficialmente presentato agli addetti ai lavori il Piano Regionale per le attività di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi 2020-2022.
Questo documento rappresenta il “CODICE” a cui si devono riferire tutte le figure che concorrono alle numerose attività AIB.


Il Piano è costituito da differenti capitoli che riguardano principalmente un inquadramento territoriale regionale, un’analisi meteo, statistiche, un’analisi dei rischi, la descrizione del sistema, ruoli, procedure, normative, attività ed infine analisi e schede tecniche contenute in specifici allegati.
Questo documento viene aggiornato ogni tre anni proprio per far fronte alle modifiche ed ai cambiamenti normativi, climatici, tecnologici cui si va inevitabilmente incontro.
Il nuovo aggiornamento triennale presenta contenuti tecnici di maggior dettaglio rispetto ai precedenti, e contiene alcune importanti novità:
1) cambio di ruolo e competenze di Vigili del Fuoco e Carabinieri Forestale;
2) cambiamenti climatici in atto;
3) necessità di attivare un gruppo di lavoro permanente che si occupi dello stato di monitoraggio del piano, che verrà articolato in sottogruppi tematici;
4) nuova dislocazione delle basi elicotteristiche (quella permanente sarà trasferita da Vilminore di Scalve, a Darfo Boario Terme).

Restano centrali le figure del volontariato con specializzazione AIB, degli Enti Forestali (Province, Comunità Montane e Parchi) cui compete la gestione del servizio e dei Direttori delle Operazioni di Spegnimento Regionali (volontari e dipendenti) che saranno integrati dai DD.O.S del CNVVF.
Non resta quindi che augurare a tutti gli attori coinvolti un buon lavoro!

Campagna #diventavolontarioos

Grazie alla linea giuda del nostro Dipartimento Nazionale vi invitiamo a seguire la nuova rubrica sui social Instragram, Twitter e Facebook #diventavolontarioos vogliamo presentarvi le professionalità degli uomini e delle donne della nostra Associazione che, con il loro impegno e la loro dedizione, rappresentano l’elemento più importante del volontariato specializzato di Protezione Civile.

Incendio Colletto, Adrara San Rocco

Per la squadra AIB Val Cavallina, la stagione degli incendi boschivi si è aperta nella giornata odierna con un evento complesso sviluppatosi in località Colletto sul territorio del comune di Adrara San Rocco. La chiamata è stata effettuata da C.U.D. intorno alle 15,30 e sono prontamente intervenute due squadre di Orobie Soccorso con un totale di 5 volontari. Sul posto è giunta una squadra AIB dell’ANA di Tavernola ed un volontario di Sovere, oltre a tre squadre dei VVF di Palazzolo sull’Oglio e Gazzaniga. L’incendio di interfaccia ha coinvolto circa 4 ettari di terreno a pascolo ed a bosco, oltre ad un capanno da caccia che è andato distrutto. L’intervento si è protratto anche durante le prime ore di buio, sotto il controllo del D.O.S. La velocità di intervento e la professionalità degli operatori intervenuti hanno consentito di evitare che l’incendio si propagasse verso le cascine circostanti e verso un’intricata boscaglia.