Manovra Interforze Maggio 2019

Nella mattinata di oggi 26/05/2019, mentre il popolo italiano era impegnato ad esprimere le proprie preferenze elettorali, gli associati Orobie Soccorso, tanto per non perdere il vizio, si sono riuniti su vari fronti per testare nuovamente le potenzialità delle proprie specializzazioni.

Graditissima e molto professionale la visita di 2 componenti esperti di squadre TLC e di PC della provincia di BG, dove spesso ci troviamo spalla spalla in situazioni emergenziali. Permettendoci di confrontarci in tempo di “pace” svilluppando e approfondendo domande o tematiche che in emergenza non potremmo toccare per la mancanza di tempo.

Gli scenari sono stati molteplici:

La squadra AIB in zona Casazza per prove di pompaggio.

La squadra UCS in zona pineta di Piario per marcaggi e test di ricerca persona.

Un Team Interforze su scenari multiruolo sul lago d’Endine.

La squadra TLC a Endine attivando la S.O.M. Sala Operativa Mobile per la gestione di tutti gli scenari e una squadra in mobile per il piazzamento del ponte mobile in modalità Hot Spot per il collegamento della ricerca persona al di fuori della copertura dei ponti ripetitori fissi.

Non si nega che ci siano state delle criticità, le quali con il dovuto tempo e opportune spiegazioni o soluzioni alternative si sono trasformate nella riuscita della missione stessa

Ora non ci resta che raccogliere i debreafing delle singole squadre e programmare la prossa “Manovra Interforze”.

Un doveroso GRAZIE a tutti i volontari di OROBIE SOCCORSO e di tutte le OO.VV. per l’impegno e la passione che ogni giorno, in maniera gratuita e spontanea, creano professionalità e sempre più competenza per affrontare situazioni emergenziali e dare al cittadino un servizio migliore in situazioni molte volte difficili.

Termine periodo ad alto rischio di incendio boschivo per la stagione invernale 2019

Facendo seguito alla dichiarazione di periodo ad alto rischio di incendio boschivo per la stagione
invernale 2019, disposta con note protocollo Z1.2019.0000112 del 02/01/2019, per l’applicazione delle
norme relative alla difesa dei boschi dal fuoco contenute nella Legge quadro in materia di incendi
boschivi n. 353/2000, nella Legge Regionale n. 31/2008, nel Regolamento Regionale n. 5/2007 e nel
Piano regionale delle attività di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi per il
triennio 2017 – 2019, con la presente si dichiara che il periodo ad alto rischio di incendio boschivo in
Lombardia deve ritenersi concluso, dalla data di protocollo della presente nota.
Vengono pertanto a cessare gli effetti previsti dagli agli artt. 4 e 7 della Legge quadro in materia di
incendi boschivi 21 novembre 2000, n. 353 e dagli articoli 45, comma 4 e 61, comma 9 della legge
regionale n. 31/2008. Si invitano comunque tutti gli Enti in indirizzo a voler mantenere attivo, se pur con
minore intensità, il proprio servizio di presidio antincendio boschivo. Particolare attenzione dovrà essere
posta soprattutto in quelle aree dove il rischio siccità, accompagnato da condizioni meteorologiche
particolarmente favorevoli allo sviluppo di incendi boschivi, possano determinare eventi nel periodo
estivo.
Esprimo, in proposito, il più vivo apprezzamento ed il mio personale ringraziamento per coloro (Volontari
delle squadre antincendio boschivo, Responsabili/Referenti/D.O.S. delle Comunità Montane, Province,
Parchi regionali e Riserve Naturali, Associazione Nazionale Alpini, Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco)
che si sono prodigati con il proprio impegno nella protezione del patrimonio boschivo lombardo.
Cordiali saluti.
IL DIRETTORE GENERALE

ROBERTO LAFFI

Incendio Valcart Rogno

Orobie Soccorso prontamente intervenuta su attivazione della Provincia di Bergamo, intervenuti con personale qualificato per la gestione della sala operativa mobile, punto di riferimento per coordinemnto del volontariato di protezione civile, in supporto al sindaco ai vigili del fuoco, carabinieri, arpa, uniaque e polizia locale

Nella notte uno spaventoso incendio è scoppiato alla Valcart di Rogno, la più importante azienda di rifiuti dell’Alto Sebino e della Valle Camonica. Le fiamme sono partite alle 4 del mattino, tra sabato 20 e domenica 21 aprile, giorno di Pasqua: a dare l’allarme un passante che ha visto le alte fiamme. I vigili del fuoco hanno operato tutta la giornata per mettere in sicurezza e spegnere le fiamme che sono state domate nella tarda mattinata. Il lavoro è poi proseguito per tutto il giorno di domenica.

I Su richiesta del comando dei vigili del fuoco, è stata attivata la squadra AIB della nostra associazione, per il posizionamneto di una motopompa ad alte prestazioni per aspirare acqua dal vicino laghetto e rifornire gli automezzi dei vigili del fuoco.

Presenti i gruppi di protezione civile:

Rogno, Costa Volpino, Sovere, Pianico, Bossico, Endine, Fonteno, Riva di Solto, Gaverina, Vigano S.Martino, Spinone, Volontari Comunità Montana dei laghi Bergamaschi,

Eco di Bergamo  

Ansa

Gioranale di Brescia


Auguri di Buona Pasqua

A tutti coloro che ci sostengono, a tutti i nostri amici, a tutti i nostri colleghi volontari

Auguri di Buona Pasqua

Associazione Volontari di Protezione Civile Orobie Soccroso

Esercitazione … essenziale per crescere bene

Si è svolta questa mattina, nonostante il cambio orario, un’esercitazione interforze dei gruppi di Orobie Soccorso con 5 Tecnici di Telecomunicazione, Antincendio Boschivo, Unità Cinofile da Soccorso e il supporto del Gruppo di Bossico.

Le operazioni si sono aperte simulando alcuni scenari basati sulle procedure di attivazione per le avverse consizioni meteo e l’innalzamento dei codici d’attivazione di Regione Lombardia.

Al culmine dell’operatività le nostre squadre AIB sono state impegnate in pattugliamenti del territorio con molteplici ruoli di controllo dei corsi d’acqua primari e secondari, la simulazione di un allagamento con la doppia valenza del test della motopompa Rosembauer 1200 e dei suoi relativi calcoli effettivi di prevalenza,

Le UCS la simulazione di uno scenrio di ricerca persona

Le TLC, con l’aiuto del gruppo di Bossico hanno simulato la caduta dell’infrastruttura a Nord del Lago d’Iseo, con il blocco quasi totale delle comunicazione per la zona dell’Alto Sebino e il piazzamento nel territorio di Bossico del ponte mobile che ha ripristinato i flussi radio fino alla fine delle operazioni.

Abbiamo inoltre testato le nostre capacità della Sala Operativa Mobile e del sistema di gestione della varie squadre.

La strada risulta sempre in salita e queste attività sono essenziali per testate e affinare protocolli operativi, unioni tra le squadre e diciamolo senza vergogna essendo noi volontari … divertirci … pensando di usare questa attività il meno possibile ma anche essere sempre pronti per essere sempre “al servizio al cittadino” .

RROS – Alto Sebino in Aggiornamento

Si è svolta il 27 Marzo 19, la seconda serata, la prima è stata fatta a Casazza il 24 Febbraio 19, una serata di ulteriore presentazione, approfondimento e aggiornamento della Rete Radio Orobie Soccorso, dove tutti i referenti dei gruppo dell’area Alto Sebino sono stati riuniti nella sala conferenze della Comunità Montana Laghi Bergamschi in Lovere.

Dopo un’ampia spiegazione, che a spaziato dalle fasi di progettazione, alle fasi di realizzazione, alle fasi di collaudo fatta dal Presidente di Orobie Soccorso, si è poi spiegato il funzionamento e le novità dell’aggiornamento degli apparati radio in dotazione ai gruppo, mod. Hytera PD685G. Illustrando le modalità operative applicate al nostro territorio e all’operatività spefica delle potenzialità dell’infrastruttura RROS.

Si è poi conclusa la serata con un discorso di invito all’utilizzo e di ringraziamenti a tutti i partecipandi da parte del nostro Presidente della Comunità Montana Laghi Bergamaschi Avv. Alessandro Bigoni.

CCV-BG Attività 2019

Venerdì 01 febbraio si è svolta alla casa dello sport di Bergamo l’assemblea annuale dei delegati del ccv di bergamo. Momento fondamentale dove il Consiglio Direttivo ha illustrato quanto svolto durante l’anno e quanto in programma per il 2019.

Esercitazione sul lago di Endine

Sul lago di Endine, sabato 26 dicembre si è svolta un’ importante esercitazione della croce rossa italiana con operatori polivalenti di salvataggio in acqua (OPSA) ,sono un nucleo di soccorso in ambiente acquatico, e vigili del fuoco per testare e provare le procedure di intervento in caso di recupero persone nel lago ghiacciato.Ppresenti anche rappresentanti dei locali gruppi di protezione civile, la nostra associazione era presente con una delegazione di rappresentanti delle varie specializzazioni.

TRISTISSIMA NOTIZIA E GRAVE PERDITA PER L’INTERO SISTEMA DI PROTEZIONE CIVILE

Oggi è venuto a mancare a Varese GIUSEPPE ZAMBERLETTI. Il padre della protezione civile, 85 anni, da tempo malato, era ricoverato in ospedale.

“Avendo avuto modo di conoscerlo personalmente non si può non ricordarlo come uomo super attivo, instancabile, dalla passione assoluta, dall’esperienza notevolissima, costruttivo visionario anche del mondo della protezione civile che verrà. Un vero PADRE della protezione civile che non ha mai abbandonato la sua creazione” cit. Presidente Orobie Soccorso

Zamberletti è stato parlamentare fin dal 1968 e si è sempre occupato di temi riguardanti la sicurezza dei cittadini. Nel 1972 ha ricoperto l’incarico di Sottosegretario all’Interno con la delega per la Pubblica sicurezza, l’antincendio e protezione civile.
Nominato Commissario Straordinario per assicurare il coordinamento dei soccorsi in occasione del terremoto del 1976 in Friuli e del terremoto abbattutosi sulla Campania e la Basilicata nel 1980.
L’esperienza maturata lo porta al convincimento che le calamità, sia naturali che legate all’attività dell’uomo, non possono essere fronteggiate soltanto con una attività di mero soccorso, ma possono essere previste, prevenute e mitigate nei loro effetti mediante l’operatività stabile di una struttura creata ad hoc. Così nel 1981 verrà incaricato dal presidente della Repubblica di predisporre, quale alto commissario, gli strumenti organizzativi della nuova protezione civile, e nel 1982, nominato Ministro per il coordinamento della protezione civile, diventa Capo del Dipartimento appena creato.

Zamberletti sarà Ministro organizzatore e coordinatore del nascente sistema nazionale di protezione civile per il 1982 e poi ancora dal 1984 al 1987. Dopo la fine dell’esperienza ministeriale, Zamberletti non si è più allontanato da quel mondo che lui stesso aveva creato: la passione, l’impegno per la protezione civile non lo faranno mai desistere dall’interessarsi della materia, tanto che nel 2007 viene nominato Presidente della Commissione Grandi rischi, incarico alla cui scadenza, proseguirà ancora, nella carica di Presidente emerito, che ha mantenuto sino alla fine.

Ricerca dispersa Gorlago

Non avremmo certo voluto e mai ci saremmo immaginati di chiudere una ricerca disperso in questo modo… tragico epilogo della scomparsa della giovane Stefania Crotti, di 42 anni di Gorlago scomparsa da giovedì pomeriggio verso le 15.30.

La nostra associazione con 10 operatori di cui 4 unità cinofile da soccorso, il GC Trescore, il Nucleo ANA Gorlago e il GC di Cenate Sotto hanno partecipato alle ricerche su attivazione della Provincia di Bergamo, coordinati dai CC e dalla Ucl dei VVF.

Siamo vicini al cordoglio della scomparsa di Stefania.

Articolo Corriere della Sera

Articolo Eco di Bergamo

Articolo BergamoNews