Campo Operativo TLC Endine 2021

A Endine Gaiano OROBIE SOCCORSO il 17, 18 e 19 settembre ha ospitato L’ESERCITAZIONE DELLA COLONNA MOBILE REGIONALE MODULO TELECOMUNICAZIONI.
Il “Campo Operativo Endine 2021” rappresenta il primo momento esercitativo/operativo su più giorni dell’intero modulo telecomunicazioni della Colonna Mobile Regionale dopo la recente riorganizzazione.
Orobie Soccorso, con proprio personale tecnico altamente specializzato e formato, gestisce un mezzo speciale il CTM R-03 (Centro trasmissioni mobile Regionale 03) concesso da Regione e con pronta partenza per sopperire a necessità in via primaria sulle Province di Bergamo, Brescia, Mantova e Cremona e se necessario sull’intero territorio Regionale e Nazionale.
L’esercitazione ha evidenziato le straordinarie potenzialità del modulo Telecomunicazioni che Regione Lombardia ritiene strategico e indispensabile per garantire sempre l’ottimale funzionamento della rete radio digitale Regionale di protezione civile indispensabile per la gestione e il coordinamento in caso di emergenza e per la connessione tra le 12 sale operative Provinciali e la Sala Operativa Regionale.
Orobie Soccorso è stata fiera di aver potuto ospitare un evento così importante e tecnico.

Esercitazione Cenate Sopra

Sabato 3 Luglio, abbiamo partecipato con i Gruppi Comunali di Cenate Sopra, Seriate e Protezione Civile Trescore Balneario ODV ad una giornata con gli adolescenti del Cre.

Abbiamo realizzato una mini maglia radio interconnessa mediante un ponte mobile con la primaria Rete Radio Orobie Soccorso, dove oltre ad avere comunicazioni locali, la loro voce poteva arrivare anche nelle altre zone di vasta copertura radio.

Ringraziamo i Gruppi e l’amministrazione comunale per questa interessante giornata.

Formazione Continua per il Modulo TLC di Regione

26 giugno 2021 a Endine Gaiano Orobie Soccorso ha avuto il piacere di ospitare un incontro tecnico Regionale di tutte le componenti del modulo Telecomunicazioni di Regione Lombardia per una formazione continua, stesura procedure operative e creazione moduli standardizzati.

Presente il Funzionario Regionale e referente del modulo TLC Paolo Mario Oldoni con volontari da tutta la Regione con 8 mezzi operativi.

In visita anche il Sindaco di Endine riconoscente per l’operato specializzato che Orobie Soccorso sempre compie e per ospitare sul territorio un incontro di livello Regionale.

Esercitazione AIB con PC Gaverina

Nella serata del 25 Giugno le squadre AIB e TLC di Orobie Soccorso e i volontari di Protezione Civile di Gaverina Terme hanno svolto un’esercitazione AIB al fine di testare le procedure di attivazione, la rete radio e le attrezzature in dotazione.

La fase iniziale della simulazione è avvenuta come segue: la squadra di Gaverina ha ricevuto una segnalazione di incendio boschivo nei pressi del fiume Cherio a Spinone al Lago da parte della Sala Operativa di OS ed è dunque andata a fare la verifica, confermando poi la presenza di un principio di incendio boschivo. Quindi la Sala Operativa Virtuale S.O.V. ha informato dell’evento le squadre AIB (che nel frattempo erano state preallertate) e i volontari sono partiti dalla sede di Casazza. Arrivati sul posto, il responsabile AIB ha descritto alla SOV la situazione e ha comunicato l’inizio delle operazioni di spegnimento.

Durante l’esercitazione è stata provata una motopompa del gruppo di Gaverina. La squadra AIB ha poi spiegato il funzionamento delle attrezzature a sua disposizione e ne ha fatte provare alcune ai volontari di PC, tra cui: la lancia italiana, la lancia americana e il modulo AIB presente sul pick-up.

L’attività svolta è stata molto utile per tutte le squadre per lo scambio di informazioni, per l’essersi conosciuti meglio tra i vari gruppi e per l’aver testato le dotazioni delle squadre e la rete radio di RROS.
Si ringraziano tutti coloro che hanno partecipato.

Incendio Ranzanico

Nel primo pomeriggio di venerdì 18 giugno una squadra di volontari di Orobie Soccorso ODV, è intervenuta su un incendio di vegetazione che ha interessato una superficie incolta di circa 2000 mq in località Crotte nel Comune di Ranzanico. L’intervento con modulo AIB su pick-up ha permesso una rapida risoluzione dell’evento.

Rete Nomadica Val Brembana

Sabato 6 Marzo 2021, ore 7.00, sul canale Istituzionale Bergamo arriva la chiamata: “richiesta di attivazione immediata per allestimento rete nomadica in Val Brembana” …

Si accendono i motori e la squadra, facente parte della colonna mobile di Regione Lombardia si presta al target assegnato nella frazione La Vetta di San Pellegrino Terme.

Ma tranquilli è solo un’esercitazione per testare il complesso sistema di copertura con i mezzi Centri Trasmissioni Mobili Regionali.

Arrivati sul posto e acquisiti i dettagli tecnici di puntamento delle antenne, in poco tempo i collegamenti erano stabiliti e funzionanti, peccato per il tempo perchè una debole nevicata di ha tenuto stretta compagnia per tutta la mattinata.

I test di copertura cono poi continuati fino al pomeriggio dove le varie pattuglie mobili si spostavano nei vari paesi del fondo valle per le prove di copertura.

Come sempre il lavoro di squadra del TEAM Regionale ha funzionato dando i suoi preziosi frutti.

Collaudo … Positivo

Negli ultimi mesi del 2020 la squadra TLC ha partecipato al complesso collaudo della rete regionale, ammodernata e potenziata, per permettere una maggiore operatività soprattutto a livello provinciale, suddividendo i vecchi canali in molteplici gruppi di lavoro territoriale di competenza provinciale. Grazie alla tecnologia DMR (digitale) questo lavoro risulta bel equi distribuito e con altissime potenzialità.

Il nostro contributo è stato, mediante un’attenta programmazione, di raggiungere punti prefissati e di verificare le coperture sui vati canali assegnati e di testare anche il sistema di geo localizzazione di apparati portatili che dei mezzi mobili.

Abbiamo percorso svariati chilometri raggiungendo, in più missioni, le provincie di Varese, Como, Lecco, Pavia, Mantova, Cremona, Pavia, Lodi, Sondrio, Brescia e Bergamo dove la copertura radio risultava ottimale praticamente ovunque.

Nelle Provincie di Bergamo, Sondrio e Brescia infine si è testato anche il supporto di mezzi aerei per riuscire ad ottimizzare e strategicamente velocizzare il maggior numero di punti di prova con dei veloci e mirati sbarchi di personale, muniti di portatili per la verifica dei requisiti minimi di trasmissione.

Ricerca Disperso Pradalunga

RICERCA persona SCOMPARSA a Pradalunga la notte del 14 dicembre. Su richiesta del CNSAS la nostra Associazione è stata attivata dalla Provincia di Bergamo per la ricerca di un trentenne scomparso in area boscata. Fortunatamente epilogo positivo grazie alla sempre alta professionalità dei tecnici del soccorso alpino e all intervendo dell elisoccorso di Como abilitato al volo notturno.

Ricerca Dispersa Sovere

Ricerca persona scomparsa in comune di SOVERE… ritrovata sana e salva una ragazza di 41 anni.

Chiamati alle 18 dalla Provincia di Bergamo, tempestivamente siamo giunti in caserma carabinieri di Sovere e dopo un rapido confronto sono state attivate tutte le risorse necessarie: soccorso alpino, volontari di protezione civile locali e unita cinofile.

Fortunatamente grazie ad una segnalazione precisa di un Soverese che aveva avvistato poche ore prima la scomparsa si sono indirizzate le ricerche in una ristretta zona ed è stato effettuato il ritrovamento. La ragazza è stata portata con un fuoristrada in caserma dove i sanitari dell’ambulanza della Croce Blu di Lovere hanno effettuato gli opportuni controlli. Grazie alla sinergia tra Orobie Soccorso, Carabinieri, Soccorso Alpino, Provincia di Bergamo e Protezione Civile ANA di Sovere e Pianico tutto è finito rapidamente e bene.

Cosa fare se qualcuno scompare…

Con il primo passaggio in tv sulle reti Rai dello spot “Quando qualcuno scompare…” ha preso avvio la seconda fase della campagna informativa realizzata dall’ufficio del Commissario straordinario del governo per le persone scomparse, Silvana Riccio, in collaborazione con il Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria (Die) della Presidenza del Consiglio dei ministri.

Obiettivo della campagna di comunicazione, partita nei mesi estivi con la pubblicazione on line e sui social media di tre video tutorial dedicati a cosa fare in caso di scomparsa di una persona, è rendere più efficiente ed efficace il sistema nazionale di ricerca facendo leva sul maggiore e consapevole coinvolgimento dei cittadini, come spiega l’ufficio del Commissario straordinario nell’ultima relazione semestrale sul fenomeno.

Lo spot, in onda dal 27 novembre, e i tutorial, disponibili sul sito web del ministero dell’Interno, evidenziano l’importanza di denunciare immediatamente la scomparsa. La tempestività condiziona l’avvio delle attività di ricerca e, quindi, il più delle volte, il suo esito positivo.

È quindi determinante il contributo concreto di tutti per assicurare l’effettivo funzionamento dell’articolato sistema che fa riferimento all’indirizzo strategico del Commissario e al coordinamento provinciale del prefetto e si affida alla professionalità e all’impegno di tanti attori quali il Corpo nazionale dei Vigili del fuoco, le Forze di polizia e le componenti di protezione civile regionali e locali.

Lo spot – 30 secondi con sottotitoli, per garantirne massima fruibilità – contiene informazioni utili, come il riferimento al numero unico di emergenza 112 da chiamare, nei territori dove è già attivo, appena si sospetta la scomparsa, e suggerimenti dei quali tenere conto nei casi in cui a scomparire è una persona anziana o un minorenne, bambina/o o ragazza/o, fasce della popolazione per diversi aspetti vulnerabili le cui possibilità di ritrovamento poggiano ancora di più sulla partecipazione e solidarietà sociale.

Prosegue sui canali social del Viminale l’attività di periodica sensibilizzazione e richiamo ai comportamenti responsabili da tenere in caso di scomparsa.