Incendio Sant’Antonio di Grone

Nel tardo pomeriggio di martedì 19 aprile, si è sviluppato un incendio boschivo all’interno di un castagneto sito in Comune di Grone, località Sant’Antonio. Sono prontamente intervenute due squadre di Volontari della specializzazione AIB di Orobie Soccorso che in un’ora hanno provveduto a spegnere le fiamme e ad arrestare il fronte che si stava propagando velocemente verso l’alto, grazie ad un efficace lavoro in serie di soffiatori, flabelli e lance. A supporto dei volontari AIB sono intervenute due squadre dei VVF di Bergamo che hanno provveduto a mettere in sicurezza una cascina sita nei pressi del rogo ed a garantire il rifornimento d’acqua ai moduli AIB. Vista l’entità dell’evento, all’incirca un ettaro, è stato richiesto alla Sala Operativa di Curno l’intervento di un elicottero regionale che la base di Darfo ha negato per tempi ristretti di operatività. Sono arrivati rinforzi dalle squadre di Sovere e di Tavernola Bergamasca per completare le operazioni di bonifica. L’attività di bonifica si è protratta oltre la mezzanotte. Viste le condizioni di siccità che stanno caratterizzando questo periodo, alle 6.00 di questa mattina una squadra di Orobie Soccorso è tornata sul posto per verificare le condizioni dell’area bruciata, spegnendo delle piccole ripartenze e scongiurando, così, una ripresa dell’incendio.

Incendio Colletto, Adrara San Rocco

Per la squadra AIB Val Cavallina, la stagione degli incendi boschivi si è aperta nella giornata odierna con un evento complesso sviluppatosi in località Colletto sul territorio del comune di Adrara San Rocco. La chiamata è stata effettuata da C.U.D. intorno alle 15,30 e sono prontamente intervenute due squadre di Orobie Soccorso con un totale di 5 volontari. Sul posto è giunta una squadra AIB dell’ANA di Tavernola ed un volontario di Sovere, oltre a tre squadre dei VVF di Palazzolo sull’Oglio e Gazzaniga. L’incendio di interfaccia ha coinvolto circa 4 ettari di terreno a pascolo ed a bosco, oltre ad un capanno da caccia che è andato distrutto. L’intervento si è protratto anche durante le prime ore di buio, sotto il controllo del D.O.S. La velocità di intervento e la professionalità degli operatori intervenuti hanno consentito di evitare che l’incendio si propagasse verso le cascine circostanti e verso un’intricata boscaglia.